• CASALATTICO

    Centro Storico

  • MONTATTICO

    Montattico

    Sorge a 700 metri di altezza, in una suggestiva e verdeggiante radura che Tito Pomponio Attico volle come sua dimora e da cui in seguito ha preso il nome.
  • MACCHIA

    Macchia

    Sorge dirimpetto a Casalattico e gode di una stupenda panoramica. Intorno ad essa sorgono le contrade minori di Celluccio, la Serra, Matassa e Lesche.
  • CASALATTICO

    Centro urbano

    Sorge a 420 metri di altezza e domina la valle quasi a chiudere il passo con le gole del Melfa.
  • MONFORTE

    Monforte

    Sorge sulla sommità di un monte adagiato su una spianata naturale ai piedi della Silara. Il suo nome è stato cambiato da Mortale per onorare un suo natale illustre: Lord Charles Forte.
  • SAN NAZARIO

    San Nazario

    Situata al centro delle varie contrade, è sorta sulla vecchia strada che conduce a Casalattico. Non lontana dal fiume Melfa ha preso il suo nome per volontà dei monaci Benedettini del vicino Monastero di San Nazario.

Statuto Comunale


Lo Statuto stabilisce le norme fondamentali dell'organizzazione dell'ente e, in particolare, specifica le attribuzioni degli organi e le forme di garanzia e di partecipatone delle minoranze, i modi di esercizio della rappresentanza legale dell'ente, anche in giudizio. Lo Statuto stabilisce inoltre:

  • i criteri generali in materia di organizzazione dell'ente
  • le forme di collaborazione fra comuni e province, della partecipatone popolare, del decentramento, dell'accesso dei cittadini, alle informazioni e ai procedimenti amministrativi
  • lo stemma e il gonfalone e quanto ulteriormente previsto dal T.U.E.L. Il T.U.E.L. è il Testo Unico Enti locali - Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267)
  • le norme per assicurare condizioni di pari opportunità tra uomo e donna e per promuovere la presenza di entrambi i sessi nelle giunte e negli organi collegiali del comune e della provincia, nonché degli enti, aziende ed istituzioni da essi dipendenti.

  • Lo Statuto è deliberato dal Consiglio Comunale ed è pubblicato nel bollettino ufficiale della regione, affisso all'albo pretorio dell'ente per trenta giorni consecutivi ed inviato al Ministero dell'interno per essere inserito nella raccolta ufficiale degli statuti. L'ufficio del Ministero dell'interno, istituito per la raccolta e la conservazione degli statuti comunali e provinciali, cura anche adeguate forme di pubblicità degli stessi. Raccolta Ufficiale degli Statuti Comunali e Provinciali - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali - Ministero dell'Interno.
    Normativa di Riferimento:
    - Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali" Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267

    Clicca qui per visualizzare lo Statuto del Comune di Casalattico